Luglio: Cesvi e lo sviluppo sostenibile

#SviluppoSostenible

Il Great Limpopo Transfrontier Park (GLTP), al confine tra Sudafrica, Mozambico e Zimbabwe, è considerato “il più grande regno degli animali al mondo”. È un Parco della Pace, ovvero un’area protetta transfrontaliera che racchiude i confini di diversi Stati, all’interno della quale qualsiasi frontiera politica o fisica viene abolita. Ciò permette libertà di migrazione agli animali e alle popolazioni.

Fin dalla seconda metà degli anni ’90, Cesvi – con il sostegno del Ministero Italiano degli Affari Esteri – lavora per fare in modo che la creazione di questo Parco diventi un’opportunità anche economica per le comunità locali che, dopo la promulgazione del Restitution of Land Rights Act da parte di Nelson Mandela nel 1994, hanno avuto per la prima volta la possibilità di rivendicare la proprietà della terra dalla quale erano state illegalmente allontanate.

Tali popolazioni sono state troppo spesso escluse dalle strategie di sviluppo nazionali, con conseguenze molto gravi nelle aree rurali: conflitti interni, bassi livelli di educazione e di scolarizzazione, servizi sanitari carenti, crisi alimentari che hanno messo in ginocchio le famiglie e altissimi tassi di disoccupazione.

Cesvi lavora per introdurre strategie di uso della terra sostenibili, dal punto di vista economico e ambientale, affinché la conservazione delle risorse naturali vada di pari passo con lo sviluppo delle comunità rurali, e lo fa intervenendo sui settori del turismo, dell’agricoltura e dell’allevamento.