Protocollo di Milano

Cesvi si unisce alle fila dei sostenitori del Protocollo di Milano per promuovere stili di vita sani  e combattere l’obesità, promuovere l’agricoltura sostenibile e ridurre lo spreco di cibo del 50% entro il 2020.

1,3 miliardi di cibo vengono sprecati inutilmente ogni anno.
Un terzo dei raccolti agricoli è impiegato per produrre mangimi e biocarburanti.
Per ogni persona malnutrita, due sono in sovrappeso.

Sono questi i 3 paradossi alimentari che vengono affrontati dal “Protocollo di Milano”, un accordo internazionale promosso dal Barilla Center for Food and Nutrition ed orientato analizzare il problema della sostenibilità del sistema alimentare. I firmatari (solo per citarne alcuni, oltre a Cesvi troviamo UNAFPA, WWF e Legambiente) chiedono che questi paradossi vengano affrontati  a livello nazionale e internazionale, affinché lo sviluppo umano possa assicurare un futuro sostenibile per il pianeta e gli esseri umani, garantendo in modo particolare il diritto di ogni persona di essere libera dalla fame e di avere accesso a cibo sano, sicuro e sufficiente. Il protocollo riconosce Expo 2015 come piattaforma per discutere le politiche agricole mondiali e ridefinire la relazione tra esseri umani e le risorse del pianeta.

Partecipa anche tu:
http://www.protocollodimilano.it/it/sostenitori